LEZIONE DI SESSO - parte seconda

LEZIONE DI SESSO - parte seconda

- Sai, stanotte io e Niky dormiremo insieme in tenda e ho paura di non essere all'altezza...
- Niky chi, il benzinaio?
- Proprio lui, lo conosci? E' un figo da sballo!
- Ma di cosa hai paura? Sei simpatica, intelligente, carina. Hai un bel seno e delle forme da bomba sexy! Niky sarebbe un cretino a...
- Lo so, ma lui è stato a letto con decine di ragazze e io... io invece non so nulla su come si fa. So che sei in ferie e che Miriana è al lavoro, mi puoi aiutare?
- Aiutare... e come?
- La teoria non mi serve, ho già letto di tutto e di più, ho bisogno di un po' di pratica, subito, adesso...
- Ma sei fuori? E Miriana? Siete amiche e non credo che lei sarebbe contenta se...
- Ho fatto i miei calcoli. Abbiamo circa 3 ore prima che torni. Per favore... tu mi sei sempre piaciuto e lo sai, lei non saprà mai niente, te lo giuro! Se mi aiuti ad imparare entro stasera, te ne sarٍ grata per sempre, altrimenti...
Un'occhiata all'orologio e un rapido ragionamento: erano le 15.55, Miriana staccava alle 18.30, più mezz'ora per tornare a casa, uguale ore 19.00. Aveva ragione, c'erano ancora 3 ore e 5 minuti di tempo! Era davvero una situazione strana, troppo strana... direi pericolosa. Ma voi cosa avreste fatto?
Ha cominciato a spogliarsi e mi si è messa davanti, nuda dalla cinta in su, con le sue mammellone dai capezzoloni puntuti e le ascelle sudatissime e pelose. Una giovane e procace figa maggiorenne, vergine, un po' imbranata, che voleva a tutti i costi fare un corso accellerato di sesso per poi conquistare il ragazzo dei suoi sogni. Ripeto: voi cosa avreste fatto?

Ha aperto il mio accappatoio e ha iniziato a succhiarmi il pisello. Ascoltavo le sue domande con angoscia. Erano tipo: qual è la sensazione migliore per i testicoli o quand'è il momento di leccare il prepuzio, ecc. Godendo come un maiale, riuscivo a malapena a rispondere. Dopo un po', ho sborrato senza ritegno nella sua bocca, macchiandole anche il mento e la maglietta.
Mi sentivo in colpa e pensavo che anche Susy meritasse di imparare a godere. Cosى l'ho accompagnata in camera da letto e ho capovolto le foto dove c'era Miriana.
- Allora, come sono andata?
- Fin troppo bene, ma serve ancora del tempo...
Aveva detto di voler rimanere vergine per il suo principe azzurro. Perciٍ, l'ho fatta salire sul letto, le ho levato i bermuda e le mutandine rosso fuoco (peraltro piuttosto bagnate di unto vaginale) ammirando la sua vulva calda e inviolata. L'ho leccata con tutta la delicatezza possibille, divaricando le piccole labbra con la lingua e assaporando l'odore di gnocca e di sudore. Le ho succhiato il clitoride con sapienza e non c'è voluto molto a farle raggiungere il primo, violento orgasmo.

CONTINUA

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!