• Pubblicata il:
  • Autore: DANY#65
  • Categoria: Racconti etero
  • Pubblicata il:
  • Autore: DANY#65
  • Categoria: Racconti etero

HO SCOPATO COL MIO EX FIDANZATO - prima parte

HO SCOPATO COL MIO EX FIDANZATO - prima parte Ieri, dopo 31 anni, ho scopato col mio ex fidanzato Vittorio. Non ci sono se, non ci sono ma, è successo e basta. E probabilmente succederà ancora. Mi sono sposata bel 1986, io avevo 21 anni e mio marito 41. Ho avuto due splendidi figli e vissuto nel lusso per tutto questo tempo. Anche se l'ho sempre stimato e lo stimo tuttora, non è mai stato bravo a scopare. Ogni tanto mi sono concessa qualche scappatella, ma non ho mai pensato neanche lontanamente di lasciare lui e il nostro tenore di vita. Oggi però io ho 52 anni e lui 72! Assume dei farmaci per l'ipertensione che gli hanno provocato una disfunzione erettile e, per questo, ha cominciato a bere peggiorando le cose. Io mi sento trascurata ed ho ancora voglia di fare l'amore Ecco, questo è il quadro della situazione in cui ho rivisto Vittorio. E non è stato per caso, l'ho cercato e, tramite vecchi amici, ho saputo dove abita adesso. Nessuna telefonata, nessun preavviso. Ieri, prima di cena, sono andata al suo nuovo indirizzo, il portone del condominio era aperto ed ho letto sul citofono i nomi dei residenti: Vittorio ******** - 2° piano. Ho salito le scale e suonato il campanello. Ho aspettato un minuto con il cuore in gola. Non rispondeva nessuno. Combattuta tra il riprovare o scappare via, ho alzato il braccio verso il campanello e, proprio in quell'istante, lui ha aperto la porta. Per un po', siamo rimasti tutti e due pietrificati e senza parole. Poi mi ha invitato ad entrare e si è messo a piangere. - Scusa Vittorio, avrei dovuto avvisarti, ma avevo paura che mi mandassi affanculo... - No no, tranquilla, adesso passa tutto... è stata solo l'emozione. Accomodati, vuoi un caffè, qualcosa da bere? - Magari dopo... come stai? - Sopravvivo... io e mia moglie ci siamo separati due anni fa ed abbiamo un figlio di 8 anni. Lavoro come insegnante in una scuola media di Tor Bella Monaca, Roma e questo è tutto... tu invece? - Io sto ancora con mio marito, abbiamo due figli grandi, e tra poco la Zecca di Stato mi manderà in pensione... - Già, la Zecca... hai mai pensato che, in natura, la zecca è un parassita molto pericoloso per gli animali? E noi umani cosa siamo? Semplicemente animali più evoluti... - Sei sempre il solito sognatore... Abbiamo riso stringendoci le mani e guardandoci negli occhi. In un attimo, l'orologio del tempo è ritornato indietro. Ci siamo baciati con violenza, mordendoci le labbra ed attorcigliando le lingue come se l'una volesse mangiare l'altra. I vestiti sono volati via e siamo rimasti nudi, rivelando gli inevitabili peggioramenti dovuti al'età. Vittorio mi ha leccato avidamente le labbra della fica ed il clitoride, poi è passato alla vagina e all'ano, ed ancora a fica e clitoride. Sono arrivata all'orgasmo in fretta, sollevandomi e vibrando come una farfalla che muore. Ho goduto come allora. Le nostre bocche si sono congiunte in baci rabbiosi, la sua lingua si intrecciava insaziabile con la mia, e si interrompeva solo per sussurrare frasi di rancore, che mi chiedevano perchè lo avessi abbandonato per un uomo che non avevo mai amato. Ora il suo cazzo eretto mi pretendeva! Le sue mani mi stringevano con forza la vita, la lingua scivolava sul mio collo e sulla schiena, fino a leccarmi lungamente l'ano. Erano secoli che nessuno mi sodomizzava, non mi era mai particolarmente piaciuto per il dolore iniziale, eppure adesso lo desideravo, non vedevo l'ora che il suo membro entrasse nel mio culo. Era come un tuffo indietro nel tempo, quando lui mi aveva sverginata e fatto godere provando tutte le posizioni più sconce. Vittorio mi osservava con desiderio misto a rabbia, era eccitatissimo nel rivedere il mio corpo nudo e invecchiato, quel corpo che, ancora giovane e sodo, aveva posseduto oltre ogni limite. Quando ho cominciato a mugolare di piacere, mi ha inculato con forza, affondando il suo uccello fin dove era possibile e sbattendo le sue palle contro le mie chiappe. Ha prolungato la sodomia finchè, dopo altri due orgasmi, non gli ho chiesto di smettere. Allora ha spinto più velocemente e mi ha scaricato 31 anni di sborra nel culo. Non potevo biasimarlo. Anche se forse lui non ne era consapevole, questa era una piccola vendetta perchè, 31 anni prima, convinta dai miei genitori, lo avevo lasciato per sposare un funzionario pubblico affermato, che aveva 20 anni più di me ed un conto in banca da capogiro. CONTINUA

Vota la storia:




21/09/2016 15:06

bix

Ma smettila di scrivere ste cazzate! E se anche la storia fosse vera , hai molta meno dignita delle troie a pagamento! Hai sposato un uomo solo per soldi, ipocrita!!

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!